Come cambia la skin routine a 30 anni

Skin routine

Quando si arriva ai 30 anni bisogna dire addio allo stile di vite sregolato, ore piccole, alcol, fumo e diete fai da te e ovviamente cominciare a prendersi cura seriamente della pelle. Se prima dei 30 la vostra pelle ha in un certo senso vissuto di rendita, d’ora in poi non sarà più così. È ora quindi di darsi una regolata e di dare una bella svecchiata al vostro beauty case che dovrà contenere i prodotti adatti.

Intorno ai 30 anni la produzione di collagene rallenta dell’1% ogni anno, come rallenta il turnover cellulare. Questo si traduce in disidratazione, secchezza e comparsa di macchie scure. Possono inoltre comparire piccole rughette.

A 30 anni la pelle si troverà a combattere contro le macchie scure, di solito causate da abbronzature selvagge o da melasma, iperpigmentazione che provoca un accumulo di melanina in alcuni punti del viso e che può essere causata da squilibri ormonali o dall’assunzione della pillola anticoncezionale.

La skin routine a questa età quindi dovrebbe prevedere un’esfoliazione settimanale per combattere il rallentamento del turnover cellulare e l’applicazione di un prodotto anti-età e anti-macchia per idratare e schiarire le macchie scure.

Il primo passo è di cambiare il tipo di detergente per il viso, quello schiumogeno non va più bene perché ricordate, la pelle a questa età tende a seccarsi ed a segnarsi  più facilmente. Ideale sarebbe l’utilizzo di un’acqua micellare in quanto formulata per non aggredire il film idrolipico della pelle e lasciarla morbida e idratata.

L’acqua micellare può essere applicata sulla spazzolina per il viso da utilizzare con movimenti circolari senza premere.  La crema giorno, da applicare dopo la pulizia, deve contenere filtri solari e antiossidanti per prevenire i danni da radicali liberi e le macchie.

Per la sera, dopo aver deterso la pelle, è bene utilizzare un mix di due sieri per il viso, bastano poche gocce di collagene e acido ialuronico da unire alla crema da notte per combattere la disidratazione e la perdita graduale di collagene tipica dell’età.

Una volta alla settimana si dovrebbe fare una pulizia profonda del viso utilizzando un apposito vaporizzatore con qualche aggiunta di oli essenziali adatti al tipo di pelle, pulizia seguita da un’ esfoliazione e da una maschera a base di attivi puri in base al tipo di pelle. Una maschera a base di vitamina C oppure al collagene per esempio.

Ormai le maschere si trovano anche usa e getta in tessuto non tessuto, ideali per chi è sempre di fretta e non ha troppo tempo per prendersi cura di sè. La pulizia settimanale con esfoliazione sarebbe bene eseguirla di sera, prima di andare a letto. Infatti rinnovare la pelle eliminando tossine e cellule morte prima di dormire migliora la funzione della pelle stessa favorendone la respirazione e il ricambio cellulare notturno.

Non dimenticate però che la skin routine deve includere anche la cura del corpo, doccia non troppo calda e breve per evitare il disseccamento della pelle e sostituzione dell’abituale bagnoschiuma con un olio doccia dalle proprietà idratanti e antietà.